MONDIALI 1958, LA PRIMA VOLTA DELL’URSS PER UN’ALTRA DELUSIONE INGLESE

pa-684443.jpg
Una fase di Urss-Inghilterra -da football-please.com

articolo a cura di Niccolò Mello tratto da Rovesciata volante

Ai Mondiali in Svezia del 1958 Urss ed Inghilterra hanno chiuso il girone D appaiate a quota 3 punti, alle spalle del Brasile. I sovietici solo alla loro prima esperienza iridata, ed esordiscono l’8 giugno a Goteborg proprio contro i britannici, in cerca dell’affermazione dopo aver conosciuto l’onta della clamorosa eliminazione contro gli Stati Uniti in Brasile nel 1950 e ai quarti contro l’Uruguay quattro anni dopo in Svizzera. Il match finisce 2-2 grazie alle reti di Simonyan e Aleksandr Ivanov rimontate da Kevan ed un rigore di Finney all’85, rendendo così necessario uno spareggio per decidere chi tra la squadra di Lev Jascin e quella di Billy Wright debba così affrontare la Svezia padrona di casa nei quarti di finale. Si gioca nuovamente allo Stadio Ullevi di Goteborg, al cospetto di oltre 23.000 spettatori, e ad imporsi, infine, è proprio l’Urss, per 1-0 al termine di una partita non bella, dai ritmi bassi, in cui gli inglesi creano più gioco ma non trovano mai il varco giusto per capitalizzare la loro superiorità. A decidere è così un gol di Ilyin al 23′ del secondo tempo che promuove i suoi e boccia per l’ennesima volta i sogni di grandezza dell’undici di Winterbottom.

Urss: Jascin, Kesarev, Kuznetsov, Voinov, Krijevski, Tsarev, Aputkin, V. Ivanov, Simonian, Falin, Iljin. All: Kacalin.
Inghilterra: Mc Donald, Howe, Banks, Clayton, Wright, Slater, Brabrook, Broadbent, Kevan, Haynes. All: Winterbottom.
Arbitro: Dusch (Germania)

Primo tempo
2′ tiro di Aputkin dal lato destro dell’area, palla a lato.
4′ cross da destra di Ivanov sul secondo palo, Simonian calcia fuori da buona posizione.
8′ l’Urss gioca meglio e fa girare bene il pallone: conclusione di Simonian da fuori area, alta.
10′ ancora sovietici pericolosi sull’asse Simonian-Aputkin: pallonetto del primo per il secondo che è solo davanti a Mc Donald sul versante destro dell’area piccola, tiro, respinge il portiere inglese.
15′ si fa vedere l’Inghilterra: punizione di Court da sinistra, Jascin respinge.
21′ Aputkin serve Voinov, tiro fuori dal limite.
27′ Tsarev pesca Ilijn, che fa saltare il portiere inglese Mc Donald, Simonian però a porta vuota non riesce a capitalizzare l’assist del compagno, fermato dalla difesa inglese.
36′ prima conclusione pericolosa degli inglesi con Broadbent, Jascin neutralizza in due tempi.
38′ Brabrook da due passi manca la deviazione vincente, Jascin si ritrova comodamente il pallone tra le mani.
44′ l’Inghilterra sembra avere ora preso in mano le redini del match: lancio di Slater per Broadbent, che fallisce il tapin nell’area piccola per un soffio.

Secondo tempo
1′ tiro di Brabrook da fuori, devia Jascin.
3′ l’Inghilterra prosegue nel suo forcing. Errore di Kuznetsov, ne approfitta Brabrook che scaglia un preciso fendente dal limite: palo pieno.
6′ ancora un palo per Brabrook: lanciato in velocità da Kevan, l’attaccante inglese tutto solo davanti a Jascin colpisce il montante in diagonale.
14′ l’Inghilterra vive sugli spunti di Brabrook, che si invola sulla fascia destra, scarta un avversario, entra in area, vince un rimpallo e realizza di sinistro. Il gol viene però annullato, forse per un fallo di mano del giocatore inglese al momento dell’ultimo controllo.
22′ GOL URSS: L’Inghilterra esaurisce la spinta e l’Urss alla prima palla utile colpisce. Rinvio sbagliato di Mc Donald, Ilijn recupera il pallone, allarga a Voronin, da questi a Voinvo, assist in area ancora per Ilijn che resiste alla carica di un difensore inglese e segna.
24′ chance per Kevan che supera Kesarev e tenta un diagonale dal versante sinistro: Jascin para.
26′ Iljin crossa da sinistra, contro-cross da destra, Ivanov non ci arriva per un soffio.
37′ punizione per l’Inghilterra, si accende una mischia nell’area sovietica, la palla sfila fuori.
29′ calcio piazzato liftato di Ivanov, buona risposta di Mc Donald.
43′ Voinov va vicino al 2-0 con un tracciante da fuori.

I MIGLIORI
Voinov (Urss): presenza costante in diverse azioni, motore del centrocampo russo con Ivanov, serve l’assist decisivo a Ilyin che non ha difficoltà a segnare.
Brabrook (Inghilterra): commette un paio di errori clamorosi a tu per tu con Jascin, d’accordo, ma è l’anima degli inglesi, l’unico che crea superiorità numerica. Una volta che lui esaurisce le batterie, il gioco inglese si addormenta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...