BORUSSIA MONCHENGLADBACH-INTER 1971, IL REPLAY DELLA SFIDA DELLA LATTINA E’ NEL SEGNO DI BORDON

Inter-Borussia-1030x615.jpg
I due capitani Mazzola e Netzer – da panorama.it

articolo di Niccolò Mello tratto da Rovesciata volante

Con grande sofferenza, l’Inter elimina il Borussia Monchengladbach negli ottavi della Coppa Campioni 1971-72. I nerazzurri, forti del 4-2 maturato a San Siro, resistono sulle barricate, strappando uno 0-0 che vale oro. In realtà, si tratta però della terza partita tra le due squadre: il Borussia aveva infatti vinto in casa contro l’Inter per 7-1, ma sul 2-1 per i tedeschi Boninsegna fu colpito da una lattina provenienti dagli spalti e l’Uefa decise poi di rigiocare l’incontro. Il grande protagonista di questa terza sfida è il portiere interista Ivano Bordon, che para un rigore e sventa tutte le minacce portate dai tedeschi, mettendo in cassaforte la qualificazione dei nerazzurri ai quarti di finale.

Borussia Monchengladbach: Kleff – Vogts, Sieloff, Danner (st 1′ Wittkamp), Muller (st 47′ Wlocha) – Wimmer, Netzer, Bonhof – Kulik, Heynckes, Le Fevre.
Inter: Bordon – Burgnich – Bellugi, Giubertoni, Facchetti – Frustalupi, Bedin, Oriali – S. Mazzola – Ghio (st 28′ Pellizzaro) – Boninsegna.

Primo tempo
2′ corner a rientrare da sinistra di Netzer, traiettoria molto insidiosa, Bordon smanaccia.
16′ Bonhof entra in area da sinistra e viene atterrato da Mazzola. E’ rigore. Sieloff però calcia centralmente e basso, Bordon neutralizza.
19′ punizione di Netzer da destra, colpo di testa in tuffo di Le Fevre, che colpisce l’incrocio dei pali. Il Borussia Mg adesso spinge con maggiore decisione.
20′ fallo su Netzer quasi al limite: punizione dello stesso Netzer, conclusione telefonata, Bordon c’è.

seelof
Il rigore di Seelof neutralizzato da Ivano Bordon – da borussia.de

22′ spettacolare tentativo in rovesciata di Boninsegna, dopo una discreta azione di contropiede dell’Inter: palla alta. Partita molto piacevole finora.
24′ Le Fevre ruba palla a un giocatore dell’Inter e si invola a tutta velocità verso la porta, conclusione dal limite, Bordon sicuro.
25′ altra azione da manuale dei tedeschi, tiro a effetto di Netzer, Bordon si tuffa e blocca. Match di grande qualità finora.
27′ punizione di Netzer da sinistra, palla allontanata dalla difesa interista, recupera il pallone a destra Danner, a questi a Muller e di nuovo a Netzer, che scarta un difensore e calcia dal limite: alto non di molto.
37′ accelerazione pazzesca a destra di Vogts, che semina due uomini e crossa rasoterra nel cuore dell’area piccola, nessuno è pronto per la deviazione da pochi passi e l’azione sfuma.
42′ dubbio contatto nell’area interista tra Giubertoni e Heynckes, ma l’arbitro non se la sente di fischiare un altro rigore per i tedeschi.
48′ sontuoso triangolo Vogts-Kulik-Vogts, che entra in area e cade nel contatto con Mazzola. Il tedesco protesta invocando il penalty, ma l’intervento del capitano interista stavolta pare sul pallone.

Secondo tempo
4′ triangolo sulla destra Facchetti-Boninsegna-Facchetti, tiro-cross di quest’ultimo, Kleiff sicuro in presa.
7′ da Netzer a Sieloff, sventola da fuori, Bordon devia.
10′ Kulik per Sieloff, che carica ancora il sinistro da lontano, conclusione rasoterra e angolata, Bordon tocca di quel tanto che basta per deviare in angolo. Il Borussia Mg ha ripreso in mano le operazioni.
12′ break dell’Inter e tentativo da destra, improvviso, di Frustalupi: Kleff respinge.
13′ cross da destra di Kulik, colpo di testa nell’area piccola di Wittkamp, alto. Altra clamorosa occasione per il Borussia Mg.
14′ Mazzola perde palla, ne approfitta Sieloff, che spara ancora dal limite: Bordon c’è. Dopo quasi un’ora di gioco, i ritmi indiavolati dei tedeschi non accennano a diminuire.
17′ punizione morbidissima di Netzer dal versante sinistro, palla fuori di poco sul palo lontano.
28′ Boninsegna innesca Mazzola, che vince un contrasto e si invola verso la porta, diagonale strozzato dal limite, pallone sul fondo. Buona opportunità per l’Inter.
34′ altro contatto dubbio nell’area interista, il quarto della partita, tra Frustalupi e Le Fevre, che era stato lanciato da un pallone geniale di Netzer. Proteste dei tedeschi, ma l’arbitro fa proseguire. Il rigore poteva starci.
39′ cross da sinistra di Le Fevre, Wittkamp controlla all’altezza dell’area piccola e spara a bruciapelo, Bordon con i piedi si supera, poi Facchetti allontana. Prosegue senza sosta l’assedio del Borussia Mg.
40′ Le Fevre apre a sinistra per Muller, cross per Wittkamp, che gira di prima intenzione sul secondo palo, Bordon si tuffa e devia: la porta dell’Inter è stregata!
45′ infortunio a Muller dopo un contrasto con Boninsegna: il tedesco è costretto a uscire dal campo.

LE PAGELLE DEL BORUSSIA MONCHENGLADBACH
IL MIGLIORE NETZER 7,5: architrave della manovra tedesca, mette il suo piedino magico in ogni azione d’attacco, sfiora il gol con bordate da lontano, crea gioco a getto continuo. Ha fisico, dinamismo, visione di gioco e tecnica sopraffina: un centrocampista completo, di grandissima qualità. L’unico suo limite è che, forse, a volte, si specchia troppo.
Le Fevre 7: una spina nel fianco della difesa nerazzurra, i suoi spunti e i suoi cross dal lato mancino sono spesso un rebus. Meriterebbe maggior fortuna.
Vogts 6,5: gioca un primo tempo maiuscolo, per intensità, grinta e spinta sulla fascia. Nella ripresa, commette qualche errore di troppo in fase di appoggio e viene ben limitato dalla difesa italiana.
Bonhof 6: ha il merito di procurarsi il rigore, poi gioca molto sotto traccia, in aiuto al genio di Netzer.
Sieloff 5,5: uno dei migliori nelle file tedesche, come un diesel cresce nella ripresa e si fa vedere con continuità e pericolosità nella metàcampo interista. Ma quel rigore sbagliato (calciato malissimo tra l’altro) pesa come un macigno.
Heynckes 5: discreto movimento, zero tiri in porta. Sovrastato fisicamente da Giubertoni, non la vede mai.

LE PAGELLE DELL’INTER
IL MIGLIORE BORDON 8: un muro sui cui sbatte sistematicamente il Borussia Mg. Effettua almeno tre interventi di grande spessore, sempre perfetto nelle uscite, para un rigore. Il simbolo della qualificazione interista.
Giubertoni 7: rivelazione assoluta, tiene al minimo sindacale lo spauracchio Heynckes e domina su ogni pallone aereo.
Facchetti 6: messo in difficoltà da Vogts nel primo tempo, nella ripresa si assesta. Si fa vedere un paio di volte anche in attacco, ma non è giornata per le consuete sgroppate palla al piede…
Mazzola 6: prestazione di grande cuore e sacrificio, i giocatori tedeschi faticano a portargli via il pallone. Peccato solo per il rigore procurato, davvero in modo ingenuo. Ma per il resto dà il suo contributo.
Boninsegna 6: lotta da solo contro la difesa schierata, cerca il gol con una rovesciata spettacolare, nella ripresa manda in porta Mazzola con un buon pallone rasoterra.
Ghio 5: il peggiore dell’Inter, non riesce mai a dare una mano a Boninsegna in avanti, si vede con il contagocce e nella ripresa viene sostituito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...