GLI STATI UNITI E QUELL’ORO OLIMPICO DEL RUGBY PRIMA DELL’ABOLIZIONE

olympic_rugby_1924_792368c.jpg
Il rugby alle Olimpiadi del 1924 – da en.espn.co.uk

articolo di Nicola Pucci

Rispetto all’edizione di quattro anni prima ad Anversa, quando parteciparono solo Stati Uniti e Francia, il torneo di rugby alle Olimpiadi di Parigi del 1924 vede la presenza di una terza formazione, la Romania, che in realtà non ha particolari ambizioni e sul campo si rivela tutt’altro che competitiva, reduce oltretutto da un interminabile viaggio in treno in terza classe per poter essere presente all’evento a cinque cerchi.

Si giocano pertanto tre partite, dal 4 al 18 maggio, anticipo dei Giochi che avranno sviluppo nel mese di luglio, e lo Stadio di Colombes tiene a battesimo l’esordio della squadra transalpina, che proprio contro i rumeni si impone facilmente, 61-3, mettendo a referto ben tredici mete, di cui quattro di Adolphe Jaureguy, stella della squadra, e otto trasformazioni di Louis Beguet, che per l’occasione registra un record di punti che con la nazionale francese verrà battuto solo dal leggendario Guy Camberabero nel 1967.

Tocca poi agli americani sbarazzarsi agevolmente della Romania, 37-0 con quattro mete di Hyland, tre di Patrick e cinque trasformazioni di Doe, che aggiunge pure un calcio piazzato.

Così la finale, appunto il 18 maggio, vede ancora opposte Francia e Stati Uniti, che ovviamente si giocarono l’oro quattro anni prima, quando furono gli americani ad imporsi per 8-0. La Francia ha i favori del pronostico, sia perchè può giocare davanti al pubblico amico sia perchè è reduce da un Torneo delle Cinque Nazioni in cui ha battuto lo Scozia per poi perdere di misura gli altri tre incontri con Irlanda, Inghilterra e Galles. Jaureguy è la colonna di una squadra che ha in Marcel Lubin-Lebrere un altro giocatore di grande valore seppur costretto a competere con un occhio solo, perso in trincea durante la Prima Guerra Mondiale. Gli Stati Uniti hanno una formazione che si compone quasi interamenti di rugbusti della Stanford University e proprio di questo loro amalgama gli americani si fanno forti.

Lo Stadio di Colombes accoglie più di 20.000 spettatori per un evento che si trasforma in una sorta di battaglia, sul campo e sugli spalti. Gli americani vengono sonoramente fischiati dopo che Jaureguy è stato abbattuto da un tackle durissimo ed è costretto ad uscire in barella con il volto sanguinante. Gli animi si accendono e nel secondo tempo dalle tribune i supporters francesi lanciano bottiglie e pietre in campo, scatenando una rissa furiosa.

La gara si conclude con la vittoria americana, 17-3, e l’invasione di campo finale costringe le forze dell’ordine ad intervenire a protezione degli americani, che vincono di nuovo la medaglia d’oro ma sono sommersi dai fischi all’atto della cerimonia di premiazione.

Dopo l’edizione parigina il rugby viene escluso dalle discipline olimpiche: tornerà solo nel 2016 a Rio, con il torneo di rugby a sette. Ma questo è già un altro… Millennio!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...