QUANDO I GIUDICI NON DIEDERO LA CORONA A THOMAS HEARNS

hearns.jpg
Hearns attacca Leonard nel match del 1989 – da board.dailyfix.net

articolo di Massimo Bencivenga

A livello di boxe, per tutto il 1989 promoter, critici e appassionati erano presi da due cose: trovare dei rivali all’altezza per Mike Tyson e Julio Cesar Chavez; e vedere i return-mach di Leonard. Sfumato quello con Hagler, le organizzazioni si misero in moto per far combattere Sugar contro “Manos de piedras“, Roberto Duran.

L’uomo di Memphis, Thomas “Hitman” Hearns è stato uno dei giganti dei ruggenti anni ’80 nelle categorie da welter a supermedi. Era più spettacolare di Hagler, meno devastante ma più tecnico di Duran, più rapido di Leonard. Tutta gente con la quale ha incrociato i guantoni. Perdendo quasi sempre. Già, perché questo fenomeno di tecnica, potenza e velocità aveva il tallone d’achille in una mascella troppo debole. O perlomeno troppo debole per resistere agli assalti di gente come Leonard o Hagler.

Al primo incontro con Ray Leonard, nel 1981, Hearns arrivò da campione dei welter, era in vantaggio, ma nelle ultime riprese la figura elegante e dinoccolata di Hearns finì nel mirino delle combinazioni rapide di Leonard che riuscì a stenderlo un paio di volte in malo modo e poi a costringere l’arbitro a fermare l’incontro.

Hearns si riprese alla grande però. Salì di categoria, riuscì a essere il primo a mandare ko Duran e ad avere l’onore e l’onere di misurarsi con il “Meraviglioso“, ossia Marvin “Marvelous” Hagler. L’incontro fu preparato come si deve, gli fu dato un titolo, quasi una primizia per i tempi: The War.

Beh, chi si aspettava una battaglia fu deluso, giacché fu un massacro. Hagler, semplicemente, scherzò con Hearns mandandolo per le terre alla terza ripresa. Fu invero un ko abbastanza comico da vedere, con Hearns che sembrò una marionetta alla quale improvvisamente qualcuno avesse tagliato i fili.

Eppure Hearns era un fenomeno. Davvero. E ritiratosi Hagler, con Leonard indeciso su cosa fare, divenne il dominus riuscendo ad essere il primo a diventare re di quattro diverse categorie di peso.

Record che detenne per poco, visto che Leonard, battendo LaLonde, riuscì ad arrivare a cinque. Il match con LaLonde fu disputato con un peso in grado di far valere il match tanto per i mediomassimo quanto i supermedi, categoria che s’era appena affacciata. Se ne facevano di cose in quegli anni.

E fu proprio sul limite di peso dei supermedi che si organizzò, per il 12 giugno del 1989, al Caesars Palace di Las Vegas, il match tra Leonard campione e Hearns deciso a lavare via l’onta. Dopo due round abbastanza equilibrati, al terzo Hearns piegò le ginocchia a Leonard. Sugar schiumò rabbia e nei due round successivi fece capire non solo di essere in forma, ma di poter far male alla mascellina di Thomas. Alcuni dei round centrali furono bellissimi e di difficile assegnazione, perlomeno in maniera univoca. Hearns teneva l’iniziativa, ma Leonard nello smarcarsi e colpire, gioco nel quale era maestro, spesso riusciva a essere ancora più incisivo di Hitman.

Il dolce arrivò in coda. Nell’undicesima ripresa, Leonard prese l’iniziativa perché sapeva di essere indietro ma, dopo un buon inizio, subì una combinazione micidiale di Hearns e finì di nuovo giù. Si riprese in maniera entusiasmante, facendo barcollare Hearns ma rischiando anche lui di andare di nuovo giù. Round fantastico. Per vincere, Leonard avrebbe dovuto buttar giù Thomas, che per evitare ciò che successe nel 1981 scelse di attaccare; una mossa che rischiò di costargli cara, visto che Leonard riuscì a centrarlo diverse volte, a destabilizzarlo, costringendolo alle corde e a legare per portare a casa il successo.

Già, perché io quell’incontro lo vidi, e per me “Hitman” aveva vinto. Ma Thomas Hearns non vinse. Pari. Questo fu il verdetto. In seguito anche Leonard, uno tutt’altro che modesto e imparziale, si ritrovò ad ammettere di essere stato premiato oltremodo dai giudici.

Spero di aver fatto balenare un po’ la magia di quegli anni, perché io ho visto anche Floyd Mayweather-Pacquaio, ma lì lo spettacolo non sono riuscito a scorgerlo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...