L’ESORDIO D’ORO DI LASZLO PAPP ALLE OLIMPIADI DI LONDRA 1948

papp2_v-ardgrosswidescreen.jpg
Laszlo Papp – da ard.ndr.de

Laszlo Papp, miei cari appassionati, e qui oggi si fa la storia olimpica del pugilato. L’ungherese, lo sappiamo, rientra nel novero dei campioni più formidabili tra i pesi medi, ma se l’elezione a fuoriclasse abbisogna di qualche impresa che resti negli annali, ecco, mi vien da ricordare che il magiaro fu onorato della medaglia d’oro in tre consecutive edizioni delle Olimpiadi, che se non è record poco ci manca.

Londra, anno del Signore 1948. Le ferite della Seconda Guerra Mondiale sono ancora ben lungi dall’esser rimarginate, nondimeno c’è voglia di sport e la capitale britannica accoglie la kermesse a cinque cerchi della rinascita. L’Earls Court Exhibition Centre, così come la Wembley Arena, ospitano dal 7 al 13 agosto le prodezze pugilistiche dei boxeur convenuti all’appuntamento, e la categoria dei pesi medi è tra le più interessanti dell’intera manifestazione.

Venticinque atleti concorrono per l’alloro olimpico, ed è necessario un turno preliminare che permetta al tabellone di allinearsi agli ottavi di finale con sedici pretendenti. Ci sono due europei di grido, il campione continentale Aimè-Joseph Escudie che ha colto il titolo l’anno precedente a Dublino, e l’irlandese McKeon, l’olandese Schubart è altrettanto accreditato, e i britannici affidano ambizioni di medaglia ai guanti di Johnny Wright, giovanotto diciannovenne di belle speranze che ha sconfitto il connazionale Wally Thom, vice-campione d’Europa appunto, in una sorta di sfida di selezione nazionale. C’è un azzurro in corsa, il lucchese Ivano Fontana, l’uruguaiano Dogomar Martinez difende il blasone sudamericano della categoria e Washington Jones è l’americano in lizza. E poi… e poi c’è Laszlo Papp, che non è ancora nessuno, imbattuto dal 1947 quando perse con il cecoslovacco Julius Torma – che a Londra vincerà l’oro nei pesi welter – ma che sta per avviare una meravigliosa parabola vincente.

Insomma, c’è qualità assoluta tra i partecipanti in gara. Il pugno mancino di Papp atterra al secondo round di primo turno il finlandese Valfrid Resch, il lussemburghese Jeannot Welter resiste neppure una ripresa, ai quarti di finale il belga Auguste Cavignac, che ha approfittato della severa squalifica di Jones reo di averlo colpito a guanto aperto, va giù subito.

Se Laszlo ha gioco facile, nondimeno le altre sfide hanno storia diversa. I favoriti ancora in lizza incrociano i guantoni in confronti appassionanti che si risolvono con verdetto ai punti. Ma se la vittoria di McKeon con il francese Escudie è la più contestata dell’intero evento olimpico tanto da indurre gi arbitri transalpini a dimettersi in blocco, appare legittimo il successo di Fontana con Martinez, così come quello di Wright con Schubart. In semifinale, poi, Papp infine trova proprio in Fontana un degno avversario che lo costringe ad attendere il responso di vittoria ai punti, comunque ineccepibile, mentre nel derby britannico Wright e McKeon se le danno di santa ragione. Infine vince il beniamino di casa, ma sangue e lividi segnano il suo corpo, che così si presenta a corto di benzina per l’atto finale.

Bela Keri, allenatore di Papp così come dell’altro medagliato d’oro a Londra, il peso gallo Tibor Csik, assapora il successo del suo protetto e promette un bel bagno nella piscina adiacente in caso di vittoria. Papp, superiore in tutto e per tutto a Wright, non vorrebbe certo far cosa sgradita al vecchio coach, e difatti non fallisce l’appuntamento con la gloria olimpica. Combatte di classe e potenza, fa valere la maggior freschezza ed infine vince ai punti, mettendosi al collo la prima di un tris di medaglie d’oro.

Incapperà in un regime balordo, Laszlo Papp, che gli vieterà l’opportunità mondiale una volta passato professionista. Ma tra gli dèi di Olimpia, statene certi, il suo posto è assicurato.

Advertisements

2 pensieri su “L’ESORDIO D’ORO DI LASZLO PAPP ALLE OLIMPIADI DI LONDRA 1948

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...