LA DOPPIETTA DI MARIA WALLISER AI MONDIALI DI CRANS MONTANA

Maria Walliser
Maria Walliser in azione – da rsi.ch

Mi assale un certo senso di romantica nostalgia tricolore nel ricordare i mondiali di Crans Montana del 1987. Nacque infatti in quell’edizione, numero XXIX, la parabola di un giovane Alberto Tomba che si mise al collo la medaglia di bronzo nello slalom gigante. Ma una bella ragazza elvetica, Maria Walliser, fu la regina incontrastata dell’evento mondiale, con la doppietta d’oro in discesa libera e supergigante.

Classe 1963, originaria di Mosnang nel Canton San Gallo, Walliser sta dominando il Circo Bianco al femminile da un paio di stagioni, esponente di punta dello squadrone rossocrociato che ha infinite frecce al suo arco, Vreni Schneider, Michela Figini e Erika Hess su tutte. Maria ha vinto la sfera di cristallo l’anno precedente, stagione 1985/1986, ed è ben avviata a concedere il bis in quello in corso. Si presente all’appuntamento iridato sulle nevi di casa forte già di quattro successi in Coppa del Mondo, due in supergigante a Val d’Isere e Saalbach, altrettanti in gigante, in Val di Zoldo e Bischofswiesen, mentre in discesa se non ha ancora vinto è tuttavia salita quattro volte sul podio in quattro gare, spesso battuta dalla nemica-rivale nelle discipline veloci, la ticinese Michela Figini. Insomma, ha il mirino calibrato su tre possibili medaglie.

Ma se in slalom gigante, il 5 febbraio, è solo terza alle spalle di Schneider e Svet, giovane jugoslava di immenso talento, è bene rivivere le due memorabili imprese nelle prove di velocità che hanno aperto la manifestazione. Il 1 febbraio è in programma la discesa libera ed è proprio Figini l’indubbia favorita, che in Coppa del Mondo la fa da padrona ed è campionesse dal mondo in carica – titolo conquistato due anni prima sulle nevi valtellinesi di Bormio – nonché vincitrice dell’oro olimpico di Sarajevo nel 1984 proprio davanti a Walliser. La pista Mont Lachaux è tecnica e le due svizzere possono dar sfoggio di tutta la loro classe. Figini scende a valle con sicurezza e il cronometro la premia con il miglior tempo parziale, 1minuto 44secondi 11centesimi, e sembra ben avviata verso la tripletta di vittorie che fanno bacheca. Ma Walliser, nel giorno più importante dell’anno, pennella la discesa della vita, perfetta di ogni settore, ed abbatte il limite di 31centesimi. Le due tedesche Mosenlechner e Kiehl sono distanti pur chiudendo in terza e quarta posizione, e così Maria strappa a Michela la medaglia d’oro.

Non c’è bisogno di attendere molto per la rivincita. Due giorni dopo, il 3 febbraio, si replica nel primo supergigante della storia della kermesse iridata e le due acerrime rivali sono ancora le candidate più autorevoli alla vittoria. Si scende stavolta sulla pista Chetzeron, 1.435 metri e 39 porte di serpentina veloce che sembrano disegnate apposta per la sciata raffinata di Walliser. Maria trova visibilità non perfetta nella parte alta del tracciato, ma niente e nessuno la possono fermare, non ha esitazione alcuna anche perché “ha ancora nel cuore la gioia per la vittoria in discesa” e il tempo, 1minuto 19secondi 17centesimi, è inavvicinabile per le avversarie. Kiehl, che ha vinto la coppa di specialità nel 1986, non arriva al traguardo, Figini è seconda così come in discesa ma stavolta accusa un distacco abissale, 1secondo 1centesimo più lenta di Walliser. Certo, le basta per anticipare di 5centesimi Svet che sale sul terzo gradino del podio, a sua volta più veloce di Schneider dell’inezia di 2centesimi, ma la delusione è stampata sul suo volto.

Maria Walliser, che è pure belloccia e ciò non guasta proprio, si regala la doppietta d’oro e illumina la giornata con un sorriso radioso. Come darle torto?

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...