TOUR DE FRANCE 1952, LA DOPPIETTA DI COPPI

col du gakbier.jpg
Fausto Coppi sul Col du Galibier – da letour.fr

Se Fausto Coppi al Tour de France del 1949 si era ufficialmente presentato agli occhi dei cugini transalpini col primo successo alla Grande Boucle, il bis concesso dal campione piemontese nell’edizione del 1952 è l’apoteosi ai massimi livelli.

Alla partenza di Brest, il 25 giugno, in una Francia infuocata dal caldo di quella torrida stagione, manca lo svizzero Hugo Koblet trionfatore l’anno precedente ma costretto a dare forfait per problemi respiratori; i francesi sono in forze, con Lucien Lazarides e Geminiani già sul podio nel 1951 che rivestono i gradi di capitani, al pari di “testa di vetro” Robic e di Dotto; il belga Ockers è tra i favoriti in virtù del secondo posto del 1950 e il commissario tecnico Alfredo Binda seleziona l’Italia affidandosi al trio Coppi-Bartali-Magni, seppur l'”airone” avesse esitato a presentarsi al via non confidando nell’eventuale aiuto di Gino. Per la prima volta la Tv francese mostra la sera le immagini della tappa del giorno e vengono introdotti i primi arrivi in salita: Alpe d’Huez, Sestriere e Puy de Dome. Per Coppi sarà una manna.

Van Steenbergen fa valere le doti di velocista eccelso ed indossa la prima maglia gialla, per cederla al terzo giorno al francese Nello Lauredi, dalle chiare origini italiane essendo nato a Mulazzo, che si impone a Rouen. Ma è giunto il momento che la nazionale italiana si impossessi delle redini della corsa e se Magni vince a Metz e balza al comando al termine della sesta tappa, il giorno dopo Coppi domina i sessanta chilometri a cronometro di Nancy, malgrado due forature, ed avanza la sua candidatura alla vittoria finale.

Il 4 luglio è in programma il primo arrivo in quota della storia del Tour de France, all’Alpe d’Huez, e Coppi entra definitivamente nella leggenda. Carrea è in maglia gialla, ai piedi della salita attacca Robic, affiancato dal connazionale Gemignani, ma è un fuoco di paglia. Coppi si mette in moto con l’impareggiabile stile che lo contraddistingue, salta Gemignani, agguanta Robic che sgraziato smanetta sul cambio e giunge solo al traguardo con oltre un minuto di vantaggio su Robic, e due minuti su Ockers.

Il giorno di riposo si consuma con Coppi in maglia gialla, ed anticipa l’impresa del giorno dopo. Tra Bourg d’Oisans e Sestriere sono da percorrere 182 chilometri e da scalare quattro vette alpine: Croix de Fer, Telegraphe, Galibier, Monginevro e l’arrivo al Sestriere. Fausto si invola sulle rampe del Galibier, lascia gli avversari a distanza siderale e trionfa a braccia alzate con lo spagnolo Ruiz a oltre sette minuti e Ockers che giunge dopo nove minuti. Sul Galibier viene scattata la foto che ritrae il passaggio di una borraccia tra Fausto e Gino, e l’immagine è destinata ad alimentare sia l’epica del ciclismo d’altri tempi che a porre l’irrisolto interrogativo: fu Bartali a passarla a Coppi, o viceversa? Lassù i due campioni solo loro hanno la risposta.

Il Tour de France è in cassaforte, Coppi palesa una superiorità disarmante e concede a Robic e Geminiani, francesi delusi, le vittorie parziali di Avignone e Bagneres de Bigorre. Vince ancora a Pau passando in testa su l’Aubisque e il Tourmalet, fa suo il terzo ed ultimo arrivo in salita al Puy de Dome, applaude il successo di Magni nella tappa contro il tempo di Vichy e l’ultimo giorno, a Parigi, celebra il secondo trionfo sulle strade francesi – con annessa seconda doppietta Giro/Tour, avendo già vinto il Giro d’Italia qualche settimana prima – precedendo in classifica Ockers di 28minuti 17secondi e Ruiz di 34minuti 38secondi. Bartali è per poco meno di un minuto giù dal podio, quarto, Magni conclude sesto legittimando la trionfale spedizione italiana, con Robic, quinto, primo francese in graduatoria.

Sì, il Fausto Coppi del Tour de France del 1952 era imbattibile, il più forte di sempre.

Advertisements

2 pensieri su “TOUR DE FRANCE 1952, LA DOPPIETTA DI COPPI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...