COPPA UEFA 1977, LA JUVENTUS ROMPE IL GHIACCIO A BILBAO

1977 coppa uefa juve
La Juventus alza la Coppa Uefa – da ilpalloneracconta.blogspot.it

Le Coppe Europee hanno assunto a lungo, in casa Juventus, le sembianze di una maledizione. Mi spiego, i bianconeri hanno fallito l’assalto al primo trionfo continentale nelle tre finali disputate in precedenza, ovvero Coppa delle Fiere nel 1965, 0-1 al Comunale di Torino con gli ungheresi del Ferencvaros, ancora Coppa delle Fiere nel 1971 nel doppio confronto con gli inglesi del Leeds, 2-2 in casa e 1-1 in trasferta, 0-1 con l’Ajax di Crujiff e Rep nella finale di Coppa dei Campioni nel 1973 a Belgrado.

Ma il 18 maggio 1977, nel catino riluttante tifo e passione di matrice basca del San Mames di Bilbao, è giunta l’ora di rompere il sortilegio. E’ l’anno magico dei 51 punti record in campionato nel memorabile testa-a-testa con il Torino fresco di scudetto, è l’anno del debutto in panchina di Giovanni Trapattoni, è l’anno in cui la Juventus acquisisce infine blasone e investitura internazionale.

La Coppa delle Fiere ha cambiato nome, ora si appella Coppa Uefa e forse è un segno del destino. I bianconeri hanno eliminato strada facendo le due squadre di Manchester, prima il City e poi lo United, hanno disposto senza troppi patemi dello Shakhar Donetsk – all’epoca col marchio falce e martello dell’Unione Sovietica – e dei tedeschi orientali del Magdeburgo per poi dominare in semifinale i sorprendenti greci dell’Aek Atene.

All’atto conclusivo giungono gli spagnoli dell’Atletico Bilbao, neofiti a questo stadio avanzato della competizione, intrattabili tra le mura di casa anche al cospetto di avversari di fama come il Milan e il Barcellona, eliminati nel corso di una cavalcata entusiasmante. Li allena Koldo Aguirre e nel match di andata a decidere le sorti dell’incontro è una rete di Tardelli – che mostra confidenza con le segnature nelle partite di una certa importanza – al minuto 15 che fissa il punteggio sul non del tutto rassicurante 1-0 con cui la Juventus si presenta alla sfida di ritorno.

San Mames, dunque, gremito di 43.000 voci deliranti e infuocato nel sostenere i beniamini in maglia biancorossa a strisce verticali. La Juventus adotta la casacca da trasferta, blu con stelletta gialla, e si prepara a fronteggiare non solo l’assalto avversario ma soprattutto l’impatto ostile del pubblico di fede locale. Zoff, Cuccureddu, Gentile; Furino, Morini, Scirea; Causio, Tardelli, Boninsegna, Benetti, Bettega: Trapattoni si affida alla squadra tipo e si trova a dover ostacolare il tentativo di rimonta del leggendario portiere Iribar, tanto simile nella fisionomia al Dino nazionale; di Lasa, Guisasola, Alexanco ed Escalza a comandare la difesa; di Villar, Churruca e Irureta triangolo di centrocampo; di Dani, Amorrortu e Rojo che compongono il reparto offensivo.

L’avvio della Juventus è bruciante e al 7’Bettega, implacabile nel gioco di testa, segna in tuffo e mette una seria ipoteca sul trionfo finale. Il San Mames è gelato, lo ravviva pochi minuti dopo Irureta che batte Zoff e accende la miccia. Ora è guerriglia nella bolgia, il Bilbao attacca a pieno organico e la Juventus si difende a denti stretti. Trapattoni rinforza le barricate inserendo Spinosi al posto di Boninsegna e a dodici minuti dal termine Carlos, che nel frattempo ha sostituito Lasa, opera il sorpasso. Ma non basta ai baschi per aggiudicarsi quel trofeo che la Juventus insegue da sempre, i bianconeri faticano, sbuffano e tremano ma al termine di un inspiegabile recuperato accordato dall’arbitro austriaco Linemayr – che ha negato due rigori dubbi ai padroni di casa – perdono la gara 2-1 ma vincono la Coppa Uefa.

E’ felicità Juventus, l’incantesimo è sfatato e i bianconeri siedono infine sul tetto d’Europa.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...