GRAN PREMIO LAS VEGAS 1982: LA PRIMA VITTORIA DI ALBORETO

alboreto sul podio
Alboreto in trionfo – da formulapassion.it

Non posso proprio farne mistero: Michele Alboreto è sempre stato tra i miei prediletti e se ho amato la Formula 1 degli anni appassionanti lo devo principalmente a lui.

Gran Premio di Las Vegas, 25 settembre 1982, il giorno in cui il finnico Keke Rosberg diventa campione del mondo, ma anche l’appuntamento con la prima vittoria in carriera per il pilota milanese. Che dalla stagione precendente, 1981, ha debuttato sul massimo palcoscenico automobilistico alla guida della Tyrrell, monoposto di prestigio ma a corto di successi dal 1978.

Alboreto è giovane, audace, pure saggio in corsa nonostante sia all’abbrivio di una carriera che lo porterà a sfiorare il titolo mondiale con Ferrari nel 1985. La stagione che si conclude sul circuito cittadino della città del gioco e delle slot-machine lo ha visto protagonista con alcuni buoni piazzamenti e il podio, l’unico fin a quel momento, nel Gran Premio dimezzato di San Marino, terzo alle spalle delle Ferrari di Pironi e Villeneuve. A Las Vegas il tracciato è ostico, impegnativo e impone uno stile di guida essenziale e preciso, Alboreto è brillante già con il miglior tempo nelle prove libere, il secondo nella prima sessione di qualifiche e infine il terzo tempo che lo vede in griglia di partenza a ridosso delle Renault turbo di Prost e Arnoux, al solito inattaccabili in prova ma poco affidabili in gara.

Fa caldo il giorno della gara, sabato, e i motori sovralimentati soffrono le alte temperature, questo è assodato. La Tyrrell di Alboreto monta Ford-Cosworth, forse meno performante ma decisamente più conservativo, e al via si mette in scia ai due francesi, Prost che comanda seguito da Arnoux che già al secondo giro opera il sorpasso a danno del compagno di scuderia. Nelle retrovie infuria la battaglia per il titolo, con Rosberg che tiene a bada Watson.

Le posizioni di testa rimangono invariate fino al quindicesimo giro, quando Prost torna al comando ed Arnoux è costretto al ritiro per un guasto al propulsore. Alboreto è a lungo secondo, in attesa di piazzare l’attacco al leader della gara, ma la sorte gli dà una mano. La Renault di Prost accusa problemi di stabilità e al cinquantaduesimo giro lascia via libera alla Tyrrell di Michele che si invola verso la vittoria. Alboreto si toglie la soddisfazione di effettuare il miglior giro in gara e al calar della bandiera a scacchi trionfa con 27secondi di vantaggio su Watson, artefice di una gran rimonta con la McLaren ma infine secondo in classifica generale che celebra Keke Rosberg, quinto al traguardo, campione del mondo di Formula 1; Eddie Cheever, americano con trascorsi d’infanzia a Roma, chiude terzo con la Ligier.

Sul podio la festa per Alboreto è completa, sventola il tricolore e si guadagna il bacio di una miss d’eccezione, la cantante Diana Ross… hai detto poco!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...